loading ...

Cos'è l'E.N.P.A.L.S.

E.N.P.A.L.S.

Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo

 
 

L'E.N.P.A.L.S. dalla fondazione ai nostri giorni

Con il D.L.C.P.S. 16 luglio 1947, n. 708, successivamente ratificato, con alcune modifiche, con L. 29 novembre 1952, n. 2388, è stato istituito l’Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo (E.N.P.A.L.S.), per la gestione dell’assicurazione obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti in favore dei lavoratori dello spettacolo.

Con l’emanazione del D.P.R. 31 dicembre 1971, n. 1420 la tutela previdenziale del settore è stata ulteriormente perfezionata, ed ha ricevuto una più definita caratterizzazione nel panorama degli Enti previdenziali. Tale decreto ha, infatti, stabilito condizioni assicurative e contributive di maggior favore per le categorie artistiche e tecniche dei lavoratori dello spettacolo, in ragione della saltuarietà e brevità dell’attività lavorativa nonché della natura delle retribuzioni o compensi percepiti da tali lavoratori. In considerazione delle particolari caratteristiche occupazionali di alcune categorie di lavoratori, l’E.N.P.A.L.S. ha inoltre potuto erogare la pensione di invalidità specifica e la pensione ai ballerini ed ai tersicorei.

Il quadro delineato è stato poi ulteriormente arricchito con l’attribuzione all’Ente della tutela assicurativa di quella particolare forma di spettacolo costituita dallo sport (L. 14 giugno 1973, n. 366).

L’articolo 79 della L. 23 dicembre 2000, n. 388 (Legge finanziaria 2001) ha attribuito all’Ente la facoltà di proporre ai Ministeri vigilanti modifiche statutarie e dei regolamenti per adeguare la propria struttura rispetto all’obiettivo di recupero del lavoro sommerso.

L’articolo 43 della L. 27 dicembre 2002, n. 289 ha introdotto innovazioni, prevedendo - tra l’altro - il periodico monitoraggio delle figure professionali dello spettacolo e dello sport, l’adeguamento delle categorie dei soggetti assicurati e l’integrazione o la ridefinizione della distinzione in gruppi dei lavoratori dello spettacolo.

Oggi, grazie alla sensibilità nel cogliere gli aspetti più significativi dei tempi in cui si muove, l’E.N.P.A.L.S. è fortemente determinato a perseguire i più elevati standard qualitativi dei servizi offerti attraverso un’organizzazione basata, da una parte, sull’adozione delle soluzioni tecnologiche più innovative disponibili sul mercato che siano funzionali ad una maggiore soddisfazione delle esigenze di tutti gli utenti e, dall’altra, sulla volontà di corrispondere con efficacia le aspettative previdenziali di un mondo, quello dell’industria dello spettacolo e dello sport, caratterizzato da un mercato del lavoro fortemente dinamico.

 
logo enpals