loading ...

Convenzione 2002

 
 

CONVENZIONE TRA E.N.P.A.L.S.,

F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori)

e U.I.L.T. (Unione Italiana Libero Teatro)

 

In data odierna tra il Commissario straordinario dell’E.N.P.A.L.S., Amalia Ghisani, il Direttore generale dell’E.N.PA.L.S., Massimo Antichi, il Presidente della F.I.T.A., Fiammetta Fiammeri, e il Presidente della U.I.L.T, Giuseppe Stefano Cavedon, è stata sottoscritta la presente Convezione concordando quanto segue:

 

Potranno essere associate alla F.I.T.A. (Federazione Italiana Teatro Amatori) o alla U.I.L.T. (Unione Italiana Libero Teatro) solo quelle associazioni che si impegneranno al rispetto dello statuto della federazione e dei seguenti principi:

 

1.        Gli statuti dovranno essere in regola e conformi alla normativa sugli enti no-profit ed in particolare dovranno precisare l’assenza di fine di lucro della associazione e la impossibilità di divisione degli utili;

2.        Qualora l’associazione svolga un’attività produttiva di reddito di impresa dovrà essere tale da non farle perdere la qualifica di ente non commerciale ai sensi di quanto previsto dall’art. 111 bis del Testo unico delle imposte sui redditi (di seguito Tuir);

3.        L’associazione dovrà adottare uno statuto conforme a quanto previsto dall’art. 111 comma 4 quinquies del Tuir e a depositarlo presso la segreteria dell’organizzazione di appartenenza presso la quale dovranno essere depositate anche le eventuali variazioni che fossero approvate dall’assemblea dei soci;

4.        L’associazione dovrà autocertificare annualmente la non erogazione di compensi specifici a lavoratori dello spettacolo iscritti all’E.N.P.A.L.S.. Nel caso di utilizzo di lavoratori dello spettacolo con corresponsione di somme esulanti i semplici rimborsi spese documentati, sulla base di limiti annualmente adottati dall’assemblea dei soci, l’associazione dovrà autocertificare l’assolvimento dei relativi obblighi contributivi impegnandosi a comunicare la relativa denuncia all’E.N.P.A.L.S. attraverso la Federazione;

5.        L’associazione, se richiesta ai fini dei controlli a campione di cui al punto seguente, dovrà impegnarsi a mettere a disposizione della Federazione il rendiconto annuale con le eventuali relazioni accompagnatorie;

6.        La F.I.T.A. e la U.I.L.T. effettueranno annualmente controlli a campione nella misura del 10 per cento degli associati, verificando la documentazione su descritta in merito al rispetto dei punti di cui sopra. Eventuali abusi o inadempimenti riscontrati verranno segnalati ai Probiviri per l’adozione di opportuni provvedimenti. Relazione sull’esito delle verifiche a campione verrà consegnata alla Direzione Generale dell’E.N.P.A.L.S.;

7.        La F.I.T.A. e la U.I.L.T. comunicheranno trimestralmente all’E.N.P.A.L.S. l’elenco dei propri associati. L’ente riconoscerà che l’attività delle compagnie affiliate, a seguito degli impegni assunti con i punti precedenti, non è soggetta al rilascio del certificato di agibilità fatta eccezione per i casi in cui siano coinvolti lavoratori dello spettacolo per i quali la F.I.T.A. e la U.I.L.T. si fanno carico della relativa comunicazione di agibilità e della trasmissione delle denunce relative agli eventuali obblighi contributivi degli associati nei confronti dell’E.N.P.A.L.S. utilizzando un’apposita procedura informatica che sarà messa a disposizione dall’Ente;

8.  La presente Convenzione obbliga: la F.I.T.A. e la U.I.L.T., al rispetto di quanto convenuto e decade automaticamente in caso di acclarata inadempienza; sarà l’E.N.P.A.L.S. a comunicare i termini della presente convenzione a tutti gli uffici periferici inclusi quelli della S.I.A.E.. 

 
Roma, 29 novembre 2002
 

Il Commissario Straordinario E.N.P.A.L.S. (Amalia Ghisani)

Il direttore generale E.N.P.A.L.S. (Massimo Antichi) 

Il presidente nazionale F.I.T.A. (Fiammetta Fiammeri)

Il presidente nazionale U.I.L.T. (Giuseppe Stefano Cavedon)

 
 
logo enpals